Botto al Gulliver di Vignale… di nuovo

VIGNALE – Torna in azione la banda del botto. Fatta saltare nella notte fra domenica e lunedì la cassa continua del supermercato “Gulliver” a Vignale, sulla strada che porta ad Altavilla. Il bottino ammonta a 15 mila euro. I malviventi hanno agito dopo le 2,30, un colpo blitz, messo a segno in pochissimi minuti. I malviventi, almeno due con volto travisato, hanno raggiunto la cassa continua e hanno piazzato la miscela esplosiva. Gente sicuramente del mestiere in quanto non hanno sbagliato la dose ottenendo il massimo risultato, cassa out e danni non ingentissimi. Hanno caricato la cassa, probabilmente su un furgone, e poi si sono defilati prima dell’arrivo delle forze dell’ordine. Sul posto pattuglie delle stazioni di Vignale, Occimiano e del nucleo radiomobile e poi anche personale dell’investigativa. Sono in corso accertamenti partendo dalle registrazioni delle videocamere di sorveglianza del supermercato e di quelle presente in zona. Necessario anche l’intervento dei vigili del fuoco per neutralizzare una bombola che perdeva anidride carbonica. In estate si era verificato un simile colpo alla Biverbanca in frazione Madonnina a Serralunga di Crea. In quel caso i banditi aveva cercato di far saltare la cassa, ma erano stati costretti a scappare a mani vuote. Infatti avevano utilizzato poco gas e la deflagrazione aveva solo danneggiato l’impianto esterno, mentre la cassa aveva tenuto. Alcuni giorni prima era stato messo a segno un colpo a Robella d’Asti. I ladri avevano smurato un bancomat della Cassa di Risparmio di Asti, di fronte al ristorante «Cavallo grigio», ma erano stati costretti ad abbandonarlo in quanto era scattato il meccanismo antirapina che aveva macchiato le banconote. Ai primi di marzo i ladri avevano invece agito a Cerrina alla filiale della Cra, in via Nazionale e sotto lo scorso Natale nel tentativo di far saltare la cassa del supermercato In’s al Valentino di Casale, i banditi avevano devastato tutto il discount. Il Gulliver di Vignale già in passato era stato preso di mira dai malviventi. Nell’autunno del 2008 ben due assalti nel giro di otto giorni. In un caso avevano rubato un pick-up a Giarole utilizzandolo poi come ariete per sfondare la vetrata e portare via la cassaforte.

FacebookTwitterGoogle+Condividi