Archivi categoria: Cittadina

L’incubo nube: centinaia di segnalazioni

CASALE – Era visibile anche dal nostro territorio, martedì nel tardo pomeriggio, la grande nube di fumo che si è alzata a seguito a un incendio in un impianto di trattamento rifiuti industriali situato a Parona, in Lomellina, fra Mortara e Vigevano, che dista una trentina di chilometri in linea d’aria da Casale. La scura nube di fumo, proveniente dai capannoni in fiamme della Aboneco Recycling, era infatti ben visibile dal territorio della Provincia di Alessandria ed ha preoccupato numerosi cittadini che hanno allertato il 112, il nuovo numero unico per le emergenze.
L’Arpa si è subito attivata per effettuare controlli della qualità dell’aria al confine con la Lombardia.
“Fortunatamente – ha precisato la Protezione Civile di Alessandria – la direzione del vento, con una componente seppur modesta da sud e la distanza del luogo dell’incendio, al momento non fanno presumere preoccupazioni particolari per il territorio della nostra provincia”.

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Blitz antidroga in città

CASALE – Tra i 21 arresti per traffico internazionale di stupefacenti, eseguiti dai carabinieri martedì all’alba in diverse città italiane, c’è anche un casalese: Alfio Di Mari, 67 anni, residente in via Facino Cane 17, dove dimora con L.S.C., 61 anni, anche lei indagata nell’operazione denominata «Area 51».
Coinvolti anche due albanesi: una giovane donna che abita in via Sergio Oliaro, A. M., 26 anni, e un ragazzo albanese che abita in via Oliviero Capello E. M., 23 anni. Il blitz dei carabinieri è scattato nella notte alle 4. Alle 2,30 si è formato in città il nucleo d’intervento composto da dieci militari provenienti da Milano e quindici della Compagnia di Casale. E’ stato arrestato il Di Mari, che ora si trova in carcere a Vercelli. Alfio Di Mari, catanese di nascita, è un personaggio molto noto in città.
Apprezzatissimo ristoratore fin dall’apertura del primo locale all’inizio degli anni ‘80, poi alcuni guai giudiziari e negli anni ’90 l’arresto, con altre persone, per traffico internazionale di droga tra Italia, Turchia e Colombia.
Era stato condannato e aveva scontato la pena. Aveva così ripreso la sua attività di ristoratore.
Secondo gli inquirenti aveva però anche ripreso la più proficua attività del traffico internazionale di cocaina. E da quanto si apprende dal provvedimento di custodia cautelare firmato dal gip di Milano Maria Cristina Mannoci, su richiesta della Direzione distrettuale, risulterebbe coinvolto in una organizzazione di stampo mafioso collegata alla ’ndrangheta dei Gallace, potente cosca originaria di Guardavalle, in provincia di Catanzaro. Il casalese avrebbe agito in Italia e all’estero nell’ambito di questa «associazione criminale» definita estremamente pericolosa. Il ristoratore casalese avrebbe avuto un compito da corriere e lo scorso 5 settembre era stato fermato in città dai carabinieri. Sulla sua Audi A3, in un doppio fondo ben occultato (era stato necessario l’intervento di un carrozziere per smontare l’auto) erano stati rinvenuti 360 mila euro, soldi che secondo gli inquirenti erano destinati a pagare la cocaina ai trafficanti colombiani.

Miss Italia sfila a… Casale Popolo

CASALE – Trenta ragazze in gara per la prima selezione di Miss Italia in Piemonte, svoltasi al Circolo Popolese di Casale Popolo, piccola frazione di Casale Monferrato, in provincia di Alessandria. Ad aggiudicarsi il titolo di Miss Circolo Popolese Giulia Carrer, 20 anni, di Avigliana, alta 1,75 capelli castani e occhi marroni, studentessa universitaria al secondo anno di ingegneria gestionale al Politecnico di Torino, appassionata di danza. Dopo di lei altre sei concorrenti e, in ordine: Miss Rocchetta Bellezza Giulia Romano, 19 anni, di Alessandria, alta 1,78 capelli biondo cenere e occhi nocciola, studia al liceo delle scienze umane, ha fatto 6 anni di ginnastica artistica agonistica, danza Hip-Hop, classica, moderna, va in palestra per tenersi in forma; Miss Equilibra Carola Pagella, 20 anni, di Tortona, alta 1,68 capelli biondi e occhi azzurri, lavora nella azienda dei genitori che producono intimo, costumi da bagno per marchi importanti come Dolce & Gabbana e Cavalli, balla latino-americano; Miss Tricologica Arianna Roselli, 20 anni, di Brandizzo, alta 1,70 capelli neri e occhi marroni, lavora come hostess e modella, pratica nuoto per mantenersi in forma; Miss Alpitour Sharon Cuzzi 19 anni, di Venaria, alta 1,68 capelli biondi e occhi azzurri, studia in università a Torino, le piace ballare, pratica pattinaggio sul ghiaccio; Miss Dermal Istitute Linda Sadok, 20 anni, di Mortara, alta 1,74 capelli e occhi castani, lavora come pasticcera, studentessa universitaria, pratica la pole-dance e la pole dance-boogie; Miss Interflora Martina Colombatto, 20 anni, di Varisella, alta 1,79 capelli biondi e occhi marroni, lavora come commessa in un supermercato, ha come hobby la danza e il disegno e va in palestra. Le prime quattro ragazze classificate, compresa la vincitrice, accedono di diritto alle finali regionali, al via nei mesi estivi.