Archivi categoria: Casale

Pronto Soccorso: il neo nominato primario rinuncia all’incarico

ALESSANDRIA – Era stata presentata alla stampa ed ai colleghi soltanto quindici giorni fa, ma la dottoressa Arianna Maffiotti, neo nominata primario del DEA dell’ospedale di Casale, con incarico di responsabilità anche sugli altri pronto soccorso dell’ASL AL, ha comunicato con grande rincrescimento di essere costretta a rinunciare ad assumere questo ruolo, a causa di sopraggiunti gravi motivi personali. “E’ con grande rammarico – ha dichiarato il Direttore Generale dell’ASL AL dott. Gilberto Gentili – che apprendiamo della sofferta decisione di rinuncia dell’incarico da parte della dottoressa Maffiotti. Le auguriamo che possa trovare soluzione ai problemi che ad oggi le impediscono di proseguire nei suoi intendimenti. Dal canto nostro, provvederemo alla immediata pubblicazione di un nuovo bando per il conferimento dell’incarico di Direttore di Struttura Complessa di Medicina e Chirurgia d’Accettazione e d’Urgenza, con sede presso l’ospedale Santo Spirito di Casale Monferrato”.

 

FacebookTwitterGoogle+Condividi

COCAINA IN CANTINA: MAXI SEQUESTRO IN CITTA’

CASALE – I carabinieri della Compagnia di Casale, guidata dal maggiore Natale Grasso, hanno assestato un duro colpo allo spaccio locale di stupefacenti. E’ stato arrestato un albanese che aveva oltre un chilo e cento grammi di cocaina, droga che secondo gli inquirenti veniva smerciata principalmente nell’ambiente di connazionali residenti in città. In carcere è finito Elio Bulko, 37 anni, residente in città, già gravato di precedenti di polizia. Già nel mirino dei carabinieri a far alzare la guardia nei suoi confronti il fatto che sul suo profilo Facebook a volte era ritratto con catene d’oro e orologio Rolex al polso. Una situazione di agiatezza economica che strideva con il fatto che fosse senza lavoro. I carabinieri del Nucleo operativo hanno così intensificato i controlli nei confronti dell’albanese che risiede in Strada Cavalcavia. Insospettiva il fatto che uscisse spesso di casa e poi si infilasse in un portone, pochi metri prima del’ingresso della sua abitazione. La mattina di domenica scorsa i carabinieri hanno deciso di intervenire. Si sono infilati nel portone e hanno scoperto che l’uomo aveva a disposizione una cantina che utilizzava probabilmente come magazzino. E’ stato trovato in possesso di un panetto incelofanato contenente un chilo di cocaina. E’ seguita la perquisizione nella sua abitazione dove i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato 14 involucri di carta stagnola contenenti oltre un etto e mezzo di altra cocaina, un bilancino di precisione e 2300 euro in contanti ritenuti provento di attività illecita. Gi inquirenti ritengano che l’uomo facesse il “carico” sulla riviera Romagnola. E’ stato arrestato e condotto in carcere a Vercelli. Dopo la convalida, sono stati disposti i domiciliari e fissata l’udienza del processo per il prossimo 25 maggio.

TRAVOLTI DALLA BUFERA: VENTO FORTE, MOLTI DANNI

CASALE – Travolti dalla bufera di vento. Martedì pesantissimo in Monferrato per l’emergenza provocata dalla presenza di un vento anomalo che ha provocato la caduta decine di piante, con disagi, danni e anche la preoccupazione che qualche passate potesse essere stato travolto del castello delle piante. L’episodio più grave nei giardini fra piazzale Pia e viale Crispi. Una grossa quercia, di oltre 50 quintali e con un castello che raggiungeva quasi i dieci meri di altezza si è spezzata alla base ed è caduta in strada, schiacciando un’auto in sosta. Si è temuto che potesse aver travolto anche qualche passante. Solo quando i vigili del fuoco, con l’utilizzo delle motoseghe, hanno liberato l’area, si è tirato un sospiro di sollievo. Auto danneggiate anche nei paesi e in altre parti della città dove si sono registrare cadute di calcinacci e anche di una vetrata in strada Vecchia Vercelli. In tutta la zona poi interveti per pali pericolanti della Telecom. Marciapiedi transennati anche nella centrale via Mameli, all’altezza dell’ingresso dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune, e in piazza Castello in via Ferrante Aporti.