FRASSINETO SOTTO SHOCK: MORTO IL SINDACO ANGELO MUZIO

FRASSINETO – Il mondo della politica e i cittadini Frassinetesi in shock per la notizia della morte del Sindaco Angelo Muzio, già deputato e senatore della Repubblica. Il decesso è avvenuto improvvisamente questa mattina, dopo le 9.30, mentre si trovava nella sua abitazione di Frassineto, a causa di un infarto. Già in passato aveva avuto problemi cardiaci. Il prossimo 3 maggio avrebbe compiuto 58 anni.

Esponente di Rifondazione Comunista, fu eletto alla Camera dei Deputati, per la prima volta, nel 1992, poi confermato nel 1994 e nel 1996. Nel 1998 aderì al Partito dei Comunisti Italiani. Nel 2001 fu eletto al Senato della Repubblica tra le fila dell’Ulivo in quota PdCI, anche se aderì ai Verdi per consentire la costituzione di un gruppo autonomo. E’ stato Questore della Camera incaricato nella Segreteria della Presidenza del Senato e componente della 10ª Commissione permanente “Industria, Commercio e Turismo”.

Dal 1995 esercitò anche l’incarico di Sindaco del suo paese natale, Frassineto Po. Alla scadenza del doppio mandato, è stato rieletto come vicesindaco, per poi tornare a ricoprire, cinque anni dopo, la carica più alta.

Attualmente era anche VicePresidente della Provincia di Alessandria e, fino poco fa, Segretario cittadino del PD.

Federico Riboldi

“Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni epoca e in ogni circostanza, ma mai, senza lotta, si potrà avere la libertà.”
Salutiamo oggi un avversario degno, un Politico preparato che fino all’ultimo giorno non ha smesso di lottare. Il Sen.Muzio, per me da qualche anno diventato semplicemente Angelo, è andato avanti.

Paolo Filippi

E’ mancato Angelo Muzio. Un grandissimo dolore.

Emanuele Demaria

«Muzio è stato un punto di riferimento per questo territorio. Ci teneva tutti uniti e aveva come obiettivo la promozione e la valorizzazione del nostro Monferrato».

Nicola Sirchia

Ho appreso con dolore la notizia dell’improvvisa scomparsa di Angelo Muzio. Nella diversità di storia e tradizione, era un interlocutore sempre attento, preparato e aperto al confronto. Si sentirà senza dubbio la sua mancanza nel dibattito politico e amministrativo del nostro territorio.

FacebookTwitterGoogle+Condividi