Archivi tag: cronaca

LADRO TRADITO DAL SANGUE

CASALE – Una persona arrestata  su ordine dell’Autorità Giudiziaria ed altre sei denunciate in stato di libertà per reati che vanno dalla detenzione abusiva di armi, all’ubriachezza molesta, al furto in abitazione, al porto ingiustificato di coltello al danneggiamento.
Questi i risultati operativi conseguiti dai militari della Compagnia Carabinieri di Casale nella settimana trascorsa.
Il 29 dicembre i carabinieri della stazione di Casale hanno tratto in arresto e condotto in carcere a Vercelli, M.L. 29enne nato in Marocco e cittadino italiano residente a Casale, destinatario di ordinanza della Procura di Milano, dovendo scontare la pena della reclusione sino al prossimo 5 ottobre per reati attinenti gli stupefacenti.
A fine anno i Carabinieri della stazione di Cerrina deferivano in stato di libertà M.R., 51 anni di Mombello, che a seguito di controllo delle armi detenute e denunciate, veniva trovato in possesso di una doppietta avancarica e di diverso munizionamento, illegalmente detenuti poiché mai denunciati. Sempre il 31 i  carabinieri di Ozzano hanno denunciato G.M., 22 anni di Trino, sorpreso, nella notte del 3 novembre  in evidente stato di ubriachezza, ad urinare sulla pubblica via. L’accusa è di ubriachezza molesta ed atti contrari alla pubblica decenza. Il 2 gennaio i carabinieri della stazione di Casale hanno deferito in stato di libertà per furto in abitazione, D.A. 21enne pregiudicato astigiano, il quale, a seguito di accertamenti esperiti presso il R.I.S. di Parma su sostanza ematica repertata, è risultato l’autore di un furto in appartamento avvenuto in Casale nell’agosto di due anni fa.
Ancora il 2 gennaio i Carabinieri della Stazione di Occimiano hanno quindi deferito in stato di libertà E.P., 28 anni conzanese che, controllato a bordo della propria vettura il 30 dicembre., veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico con lama di 16 cm.
L’arma è stata sequestrata. Il 3 gennaio i Carabinieri di Murisengo, a seguito di querela sporta, deferivano in stato di libertà A.B. 62 anni impresario edile torinese e C.S., 47 anni impresario edile di Murisengo, per avere danneggiato, a seguito di lavori eseguiti e non autorizzati dal querelante proprietario dell’immobile, porzione dell’immobile avuto in locazione.

FacebookTwitterGoogle+Condividi

L’ULTIMO SALUTO AD ANDREA LABORANTE

CASALE – Celebrati nella chiesa del Ronzone  lunedì pomeriggio i funerali di Andrea Laborante, che avrebbe compiuto 49 anni il prossimo 20 gennaio, noto commerciante di abbigliamento casalese. Con il fratello Maurizio era titolare dello storico negozio di famiglia “Le Choses De Gian”, in via Roma 81, all’incrocio con via Cavour. Dalla scorsa estate combatteva con una grave malattia che non gli ha dato scampo. Il papà Gian Carlo aveva dagli anni ‘50 lavorato con il fratello Pio nella loro camiceria e merceria del centro, poi nel 1972 aveva deciso di aprire la nuova attività di alta moda e boutique nella centralissima via Roma che aveva condotto per decenni per poi passare il testimone ai figli. Andrea dopo il diploma in Ragioneria all’Istituto Leardi di Casale aveva lavorato come impiegato alla Euromac, per poi affiancare il papà e il fratello a fine anni ’90. In gioventù aveva militato nelle giovanili del Casale come portiere, per poi appassionarsi di golf e soprattutto di Nordic Walking, la camminata con i bastoncini. Fino alla scoperta della malattia quasi ogni giorno effettuava lunghe uscite per le colline del Monferrato. All’inizio dell’estate aveva avvertito un fastidio al fianco, gli esami, le cure ad Alessandria, la scorsa notte si è addormentato per sempre nel sonno. Lascia la moglie Anna Rossi e la figlia Matilda.

Furti: rubano anche il cane

CASALE (d.c.) – Ennesima raffica di furti nel casalese. Doppio colpo a Morano: prese di mira due case in regione Cesoglio. Nella prima, di proprietà di una coppia di commercianti di oggetti usati, ma anche allevatori di cani, all’appello manca un piccolo esemplare di chihuahua. Nella seconda i soliti ignoti si sono concentrati su generi alimentari, senza accorgersi di circa 400 euro di denaro contante evidentemente ben nascosti. Al circolo Enal Crai di Villanova, invece, sono stati portati via due fusti di birra. A Ticineto sono stati portati via alcuni monili d’oro da un’abitazione, mentre a Borgo San Martino, da un appartamento, sono stati trafugati preziosi e denaro. A Casale è giallo per le diverse decine di porte di cantine forzate in via Hugues dove, tuttavia, non risultano oggetti rubati. Infine i Carabinieri di Balzola hanno sventato un tentato furto di gasolio.