Archivi tag: in evidenza

GdF: scoperto un Resort “fantasma”

CASALE – Scoperto dalla Guardia di Finanza di Casale, tra le colline del Monferrato, nella zona collinare del Moncalvese, un lussuoso resort, totalmente sconosciuto al fisco che ha omesso di dichiarare ricavi per quasi un milione di euro.
Denunciato il titolare, un sessantenne di origini del Varesotto.
Un’importante operazione condotta dagli uomini del capitano Francesca Ferruggia, comandande della Compagnia di Casale, che è proseguita dal maggio dello scorso anno fino allo scorso febbraio, e che ora si è conclusa con la segnalazione all’Agenzia delle Entrate e con una doppia denuncia.
Nel mirino della Guardia di Finanza una struttura ricettiva destinata allo svolgimento di eventi, per lo più feste di matrimonio nel periodo estivo, ben pubblicizzata su internet, ma che è risultata completamente sconosciuta al Fisco.
Si tratta di un lussuoso resort, con piscina e camere da letto molto confortevoli, gestito da un italiano che fra l’atro aveva anche sei dipendenti, tutti completamente in nero. Nel corso delle indagini i finanzieri hanno appurato che nel periodo dal 2011 al 2016 il raffinato resort (oltre 4 ettari di terreno e una struttura di 350 metri quadrati) era stato utilizzato principalmente come location per matrimoni, il tutto senza alcun rispetto degli adempimenti previsti dalla normativa fiscale. Gli uomini delle fiamme gialle hanno anche appurato che seppur sprovvisto delle autorizzazioni amministrative necessarie per la somministrazione di alimenti e bevande, veniva utilizzato come “B&B” per i clienti che organizzavano eventi presso la loro sede.
I servizi di catering e addobbo floreale, esterni, erano tutti in regola, mentre non c’era fatturazione per quanto rigurdava l’affitto della location. I finanzieri poco alla volta hanno ricostruito la posizione fiscale del titolare della struttura e sono emersi ricavi non dichiarati per oltre 930 mila euro ed oltre 110 mila euro di iva dovuta e non versata.
Effettuato anche un blitz all’interno della struttura. Sabato sera appostamento in zona, mentre all’interno del resort era in corso la cena di un matrimonio, e domenica mattina controllo dei finanzieri mentre gli sposini, che avevano pernottato nel resort, erano in partenza per il viaggio di nozze.
Vagliata anche la posizione di sei persone assunte in nero con segnalazione alla direzione provinciale del lavoro. Tutti gli atti sono stati trasmessi alla Agenzia delle Entrate per il recupero di tributi evasi e per l’irrogazione delle sanzioni, mentre il proprietario dell’immobile è stato denunciato per le violazioni fiscali e l’omessa identificazione di persone alloggiate.

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Maturità: oggi la seconda prova

CASALE – Sono 557 gli studenti casalesi che da ieri mattina hanno iniziato l’esame di maturità. Alle 8,30 al via con la prova scritta d’italiano, uguale per tutti, che ha visto gli studenti in una prova con durata massima di 6 ore, la più lunga dell’esame. Ad ogni maturando è stato consegnato un fascicolo contenente le tracce elaborate dal Miur, poi la scelta tra analisi del testo, saggio breve, tema storico o tema di attualità. Fra i temi affrontati la lirica Versicoli di Giorgio Caproni, intellettuale livornese vissuto a cavallo tra le due guerre, per quanto riguarda l’analisi del testo; la natura tra minaccia e idillio per il saggio breve in ambito artistico e letterario e poi «disastri e ricostruzioni» per il saggio storico politico. Diversi hanno scelto di affrontare un articolo di Marro su robotica e nuove tecnologie nel mondo del lavoro per il tema scientifico, per l’attualità il progresso partendo da una citazione di Edoardo Boncinelli da “Per migliorarci serve una mutazione” e i decenni degli anni ‘50 e ‘60, ovvero 7quelli del miracolo economico, per il tema storico, a partire da citazioni di Piero Bevilacqua (“Lezioni sull’Italia repubblicana”) e Paul Ginsborg (“Storia d’Italia dal dopoguerra a oggi”).  Oggi si procede con la “prova d’indirizzo” e lunedì la terza prova scritta.

Penne Nere in città per la corsa in montagna

OZZANO – E’ Osvaldo Zanello, il vincitore della 46ª edizione del campionato di corsa in montagna, organizzato dall’Ana, l’Associazione Nazionale Alpini, e che si è svolta domenica scorsa ad Ozzano. Il giovane geometra 23enne ha coperto la distanza di 11 km e mezzo in 44’05”, al termine di un percorso impegnativo nonostante le pendenze collinari. Sul podio anche Massimiliano Di Gioia, di Torino, e Giorgio Dell’Oste, Cadore. Nel percorso di 8 chilometri si sono piazzati ai primi posti Giuseppe Tanara, Giuseppe Antonini, Antonio Monaldi e Fabrizio Colella. La gara, che ha visto la partecipazione di 600 corridori da tutta Italia, è stata aperta da una serie di iniziative che si sono svolte sabato a Casale, con la  cerimonia ufficiale, la sfilata, la messa celebrata nel giorno del suo compleanno da don Paolo Busto, nella chiesa di San Paolo, e l’accensione della torcia. Impeccabile l’organizzazione che ha coinvolto risorse e volontari di Croce Rossa, Protezione Civile e Alpini. Speaker d’eccezione Ernesto Berra di Occimiano che ha coadiuvato quello ufficiale della manifestazione Tonino Di Carlo. La palma di più anziano è andata ad Antonio Frescura, 86 anni, ha terminato il traguardo senza nemmeno troppe difficoltà. D’altra parte il corridore del Cadore ha un passato di corse e maratone. Soddisfatto il presidente della sezione casalese dell’Ana, Gianni Ravera, per l’ottima riuscita della gara ed il sindaco di Ozzano Davide Fabbri.