Varco_Via_Saffi1

Ztl: oltre 3900 accessi indebiti nel 2016

CASALE – Un San Sebastiano speciale per il comando di Polizia Locale di Casale. Quest’anno, infatti, in occasione del Santo patrono e della festa del corpo, è stata l’occasione per presentare ufficialmente il nuovo comandante, Joselito Orlando (in foto, che succede ad Enrico Valecchi.
Prima dell’incontro in Sala consiliare, gli agenti ed il nuovo comandante hanno partecipato alla celebrazione eucaristica  officiata dal Vescovo di Casale, Alceste Catella.
Durante la cerimonia ufficiale, invece, il neo comandante ha colto l’occasione per fare il bilancio delle attività della polizia locale nello scorso anno. Prima della relazione si sono susseguiti i saluti del sindaco Palazzetti e del vice sindaco con delega alla Polizia Locale, Di Cosmo. Presenti anche i consiglieri provinciali Federico Riboldi e Giuseppe Iurato. Nel 2016, il numero di personale a disposizione è aumentato di una unità, portando a 38 gli uomini sotto il comando di Orlando. In forza 5 vice commissari, 5 ispettori, 27 agenti, di cui uno in distacco sindacale a tempo pieno, ed un impiegato amministrativo.
Un numero che sta lentamente salendo in questi ultimi anni, ma che è ampiamente al di sotto delle necessità della città e del Monferrato. Bisognerebbe assumerne almeno 20 in più per giungere alla media prevista dalla legge di uno ogni 800 abitanti. Per quanto riguarda le infrazioni, sale vertiginosamente il numero degli accessi indebiti in Ztl, da 2.958 a 3.971, causato dai maggiori controlli e, soprattutto, dai varchi elettronici che saranno aumentati. Restano più o meno invariate le altre infrazioni (con 11.360 verbali), con un leggero calo (da 1544 a 1426) dei punti decurtati. Scendono vertiginosamente i controlli degli stranieri, dai 110 della precedente Giunta, ai 29 dello scorso anno. Non ha precedenti, invece, il numero delle auto rimosse per pulizia strade, che sale da 0 a 28 in un anno. Preoccupa, invece, il numero di incidenti con lesioni che sale da 65 a 79, mentre diminuisce quello con soli danni, da 97 a 87. Fortunatamente non ci sono stati morti, a differenza dei 3 dell’anno scorso. Funziona il sistema di video-sorveglianza che è stato integrato dalle 40 telecamere e che sarà ulteriormente potenziato. Le immagini sono state utilizzate 71 volte dalle forze dell’ordine, e 190 volte per il controllo di deposito illecito di rifiuti, errati conferimenti, incidenti, viabilità e controllo del traffico.
Dario Calemme

FacebookTwitterGoogle+Condividi